giovedì 8 giugno 2017

Doppiovubi Risponde (3)

2 giugno 2017

Caro Doppiovubi,
sono un tifosissimo da sempre della grande Juve, e domani sera sarò presente a Cardiff; certo, mi è costata molto questa finale, ma ne vale la pena. Ogni tanto mi assalgono dei dubbi, però, soprattutto di notte (chissà perché). E se il Real si dimostrasse più forte? e se CR7 dovesse colpire ancora? Poi scaccio i fantasmi e mi dico: forza Juve! forza Allegri! forza Agnelli! forza Buffon!
Cosa ne pensi?
Un caro saluto,
Salvatore (Torino)

Caro Salvatore,
sono convinto che Cristiano Ronaldo sia ormai un giocatore finito, come si suol dire ‘a fine corsa’. Abbiamo visto qualche settimana fa che Messi è l’ombra di se stesso (ne parlerò nel mio prossimo libro, che si intitolerà appunto Lionello, l’ombra di se stesso, e avrà un seguito, cioè Lionello, siamo Messi male). Lo stesso discorso vale per il portoghese (ormai è anziano), che, è chiaro a tutti, ‘non ha più fame’, come diceva A. Conte. E poi c’è L. Bonucci, il Mastino di Viterbo, che lo marcherà stretto, e non gli farà nemmeno vedere la palla. L. Bonucci è una colonna, e rimarrà fedele alla Juve fino alla fine della sua luminosa carriera, non se ne andrà mai, figuriamoci se accetterà altre offerte. Non dimentichiamo Paulo Dybala, che secondo me almeno una pera la infilerà. E il Pipita, dove lo lasciamo il micidiale Pipita ? E M. Allegri? con la sua sagacia tattica saprà indovinare la formazione perfetta; credo che sia il migliore allenatore al mondo sotto il profilo della strategia (*). Anzi, senza credo, lo è sicuramente (sto ultimando il ponderoso volume ‘Max, il Conte degli allenatori’, titolo argutissimo che gioca sul dualismo Conte-Allegri, sulla nobiltà (calcistica) del livornese, e sul ‘Conte Max’ di cinematografica rimembranza).
Stai tranquillo Salvatore, il Capitano, prossimo certissimo Pallone d’Oro, alzerà la Coppa con le Orecchie. Già me lo vedo scendere a Caselle, sulla scaletta dell’aereo, a sollevare, raggiante, la Coppa con inciso il nome ‘Juventus F.C.’. Sto peraltro preparando anche un’ampia monografia su di lui, che uscirà a breve (‘Vi presento Gigi, ‘il’ grande uomo’, con gentile prefazione del prof. Sulley M.). 
Tutti quelli che ho nominato raccoglieranno esattamente quello che si meritano, vedrai. Prevedo un risultato rotondo e inaspettato. 
Parti sereno per il Galles.
E i milanisti, e soprattutto gli interisti, rosicheranno, morderanno, faranno i pugnetti, e sarà pianto e stridor di denti. 
Forza Juve.

W.B.


(*) E’ ormai un lontano e sbiadito ricordo, quell’aprile 2010, quando il presidente del Cagliari Cellino lo silurò con ignominia, per aver perso sette partite su nove (due punti in nove partite), facendo precipitare gli isolani a un passo dalla B. Evidentemente Max non disponeva della squadra adatta alle sue proprie caratteristiche. Ora ce l’ha, e vincerà sicuramente la Champions.